Smartino Historique 01

Una quarantina le storiche al Rallye San Martino!

21 nel rally e 17 nella regolarità sport promettono spettacolo ed agonismo

nel ricordo di Arnaldo Cavallari che inaugurò l’albo d’oro nel 1964!

San Martino di Castrozza (TN), 7 settembre 2016 – Sarebbe stato bello avere anche un’Alfa Romeo Giulia Super tra le vetture iscritte all’edizione 2016 del Rallye San Martino di Castrozza Historique e Revival, per ricordare nel migliore dei modi Arnaldo Cavallari da poco scomparso, che proprio con la vettura del biscione conquistò la vittoria nella prima edizione del rally nel 1964; del glorioso marchio milanese ci saranno comunque le Alfetta GTV assieme a Porsche, Lancia, Opel e altri marchi prestigiosi a dare spettacolo lungo le sette prove speciali in programma tra venerdì e sabato prossimi.

Ventuno gli equipaggi iscritti nel rally valevole per il Campionato Triveneto con la Lancia Stratos di Giorgio Costenaro e Sergio Marchi alla ricerca del quinto successo dopo quelli del 2010, 2013, 2014 e 2015; a render loro la vita difficile ci proveranno senz’altro i compagni di scuderia del Team Bassano Claudio Zanon e Maurizio Crivellaro con la Porsche 911 RSR ed i portacolori del Manghen Team Lorenzo Delladio e Remo Bazzanella anch’essi sulla coupè di Stoccarda ma in versione SC; Porsche anche per i bresciani Ruggero Brunori e Claudio Filippini al loro primo San Martino e con un esemplare del 2° Raggruppamento sarà al via anche Flavio Furlan che ritrova Beppe Borgo alle note.

Interessante la sfida tra numerose “2 litri” con l’Opel Ascona SR Gruppo 2 di Pierluigi Zanetti e Roberto Scalco in grado di dire la sua nelle parti alte della classifica e le Alfa Romeo Alfetta GTV di Baghin – Dal Dosso che a San Martino è oramai una presenza fissa, ma da tenere in considerazione sono anche le più recenti Kadett GSI Gruppo A di Montemezzo – Fiorin e del duo Oss Pegorar.

Promette una sfida ad alto livello anche l’ottava edizione del Rallye San Martino Revival, gara di regolarità sport valevole quale settimo appuntamento del Trofeo Tre Regioni: assente il leader Senna, la sfida per la vittoria e i punti importanti per la classifica finale vede il lizza i vincitori 2015 Adriano Pilastro ed Oscar Savoldelli che se la dovranno vedere col mantovano Giordano Mozzi in coppia con Elisa Moscato su Opel Kadett Gt/e, i trevigiani Pietro Iula e William Cocconcelli su Porsche 911 SC, i vicentini Andrea Giacoppo e Andrea Tecchio su Autobianchi A 112 Abarth ed i bolognesi Mauro Argenti e Roberta Amorosa su Porsche 911 T.

Appuntamento dalla mattinata di venerdì con le operazioni di verifica che si terranno in centro a Fiera di Primiero; la giornata si concluderà con la disputa della tradizionale prova spettacolo allestita nel Piazzale Rosalpina che vedrà impegnate prima le vetture storiche, prima quelle del Revival e poi quelle dell’Historique, a partire dalle ore 18.50.

Ripartenza e disputa delle restanti prove “Sagron-Mis”, “Valmalene” e “Gobbera” da ripetere, nella giornata di sabato 10 in coda alle vetture del rally moderno.

Andrea Zanovello – Foto Max Carrer