News & ComunicatiRally 2018

San Martino 2018: Val Malene segna il trionfo di Sossella

Battuto Albertini che rimane leader del Ciwrc. Invece una foratura sul Manghen ha costretto in difesa Fontana, terzo sul podio. Migliore dei trentini Daprà che si è imposto nella Super 2000

San Martino di Castrozza (TN), 15 settembre 2018 – C’è un nome nuovo nell’albo d’oro del Rallye San Martino di Castrozza, ricco di storia e di suggestioni come pochi. Quello del vicentino Manuel Sossella che in coppia con il navigatore Gabriele Falzoni ha meritatamente vinto la 38a edizione, quinto round del Campionato Italiano Wrc, con il tempo totale di 1:15’06’’0. Il driver della scuderia Palladio ha fatto segnare il miglior tempo su 4 delle 7 prove speciali, ma a decidere lesorti della gara sono stati soprattutto i due passaggi su Val Malene con i suoi 26,46 km di curve, tornanti e continui cambi di ritmo. Sossella ha firmato lo scratch mattutino in 17’11’’3 in condizioni di viscido; poi nel pomeriggio, su asfalto più asciutto, un azzardo di gomme Pirelli gli ha messo le ali per scendere a 16’54’’1, scavando un solco sui rivali. Secondo posto per Stefano Albertini con una Ford Fiesta Wrc calzata Michelin, staccato di 36’’3 nel totale. Divario cospicuo per il campione in carica, che però non ha recriminazioni: “Le corse sono fatte così, a volte gira tutto giusto, stavolta qualcosa è andato storto. Il campionato si deciderà a Como e sarà una bella sfida fino alla fine”. Il più deluso del trio in lotta per lo scudetto è Corrado Fontana, terzo a 1’18’’1. Sul primo Manghen ha cullato sogni di gloria, graffiando in 13’41’’1; sul secondo ha forato perdendo 53’’7 dai compagni di cordata ed è rimasto indietro, salvando almeno il gradino basso che gli consente di sperare anche lui in un ringhio vincente a Como, casa sua. Migliore dei trentini Matteo Daprà su Skoda Fabia, ottavo assoluto con una condotta di gara sempre all’attacco. Il pilota di Roveré della Luna ha vinto la graduatoria di Classe Super 2000 davanti al padovano Giampaolo Bizzotto su Peugeot 207, i due si batteranno a Como per la Coppa Acisport di categoria. PRIMO GIRO.“La pioggia nel pineto” ieri sera ha lasciato tanto umido sull’asfalto, complicando la scelta delle gomme. Non parte Porro dopo il botto a San Martino; idem Alessandro Bruschetta (noie meccaniche), peccato. Manghen (ps 2):vanno subito all’attacco i “dioscuri” Fontana (13’’41’’1) e Sossella (13’45’’8) sul battistrada Albertini (13’51’’5), che cede 10’’4 arretrando terzo nella generale a 8’’8 dalla testa. Miele quarto a 30’’9 indica che la questione vetta riguarda i tre davanti. Bene Carella (14’15’’6) primo di R5, ma ancora dietro in classifica pagando lo scotto dell’ira di Giove Pluvio. Benissimo Daprà (14’42’’4) primo di Super 2000 e sesto provvisorio. Val Malene (ps 3):è Sossella (17’11’’3) a stare davanti, ma Albertini concede altri 1’’6 mentre Fontana paga 10’’9 e si accoda. In difficoltà Miele, forse con la Citroen non calzata a dovere, becca altri 36’’8; “Pedro” con problemi ai freni addirittura 45’’9. Tra le R5 ingrana Efrem Bianco (Skoda) in 17’59’’9 e scalza Daprà dal sesto posto, ma sono divisi solo da 1’’1. Gobbera ps 4):sussulto Albertini (5’27’’9) che graffia appena Sossella (a 0’’4) e Fontana (a 1’’). Miele a 4’’4, “Pedro” a 15’’1 e lo svizzero Della Casa a 19’’2. In questo crono veloce dominano le Wrc. Generale con Sossella al comando, Albertini a 4’’9 e Fontana a 6’’4. Bianco precede Carella e Maestrini in R5, Daprà con 17’’4 su Bizzotto, rivale diretto tra le Super 2000. Grani guida il drappello R2B, Gonzo a 30’’9, gli altri oltre il minuto e Filippo Bravi già sulla via di casa dopo aver carezzato per un attimo il primato di Classe. SECONDO GIRO.Tutti con il naso all’insù per le nuvole incombenti, ma c’è anche una finta di sole. Manghen: si viaggia molto più veloci, Sossella (13’25’’2) vola, Albertini a 7’’ in prova e ora a 11’’9 nella generale. Fontana buca una gomma e perde 53’’7, in totale fanno 1’00’’1. Il terzo tempo (13’50’’0) è di Miele che si migliora di 22’’ ma rimane a mezzo minuto da Fontana. In R5 si rafforza Bianco (14’00’’) con Carella a 3’’6. Daprà non può far miracoli, lui è Bizzotto chiudono nell’ordine la top-ten. Grani tira il fiato, ma ha margine di sicurezza (30’’6) in R2B. Val Malene:gli avversari quasi non ci credono, Sossella firma lo scratch dei record (16’54’’1) e il suo team P.A. Racing si schermisce: “Scelta azzeccata di gomme”. Fontana a 17’’9, Albertini a 18’’2. Pare la mazzata decisiva per archiviare il Rallye, con Albertini e 30’’1 e Fontana a 1’18’’. Anche Bianco fa il razzo Skoda (17’36’’6) e immiserisce i rivali di Classe. Forzatura di Carella che sbatte contro una pianta, si ritira e butta alle ortiche l’occasione di acciuffare la leadership Acisport di R5. Così scalano di una casella nell’assoluta Daprà (ottavo) e Bizzotto (nono). Gobbera: l’ultima prova incorona Sossella (5’24’’1) che guadagna ancora 0’’1 su Fontana, 4’’3 su Miele mentre Albertini a 6’’2 pensa a salvare la piazza d’onore in ottica campionato. Chiude da padrone di R5 Bianco (5’42’’0) e, complici i ritiri, i distacchi di Soppa, Maestrini, Erbetta e Zanazio, sono da clessidra. Daprà (5’48’’1) in trance agonistica è il più veloce di Super 2000 anche nel crono finale, il duello con Bizzotto si deciderà a Como. Acuto conclusivo pure di Grani in R2B (6’00’’2), Gonzo e Zanotto nell’ordine (tutti su Peugeot 208).