Rallye San Martino 2016, il terzo sigillo di Signor-Bernardi

Vittoria allo sprint su Pedersoli-Tomasi con un distacco di soli 1’’6. Terzi sul podio Miele-Mometti. Ko Porro-Arena per incidente. Il Campionato Italiano si deciderà a Como – 

Roba da cuori forti! Il 36. Rallye San Martino di Castrozza e Primiero si è deciso solo nell’ultima prova speciale, una micidiale Sagron Mis dove Marco Signor e Patrick Bernardi su Ford Fiesta hanno resistito al prepotente ritorno di Luca Pedersoli e Anna Tomasi su Citroen C4. Alla fine l’inezia di 1’’6 a dividere i due primattori del Campionato Italiano Wrc, con Pedersoli che rafforza la sua leadership a 61 punti contro i 52,5 di Signor, mentre Tobia Cavallini assente in Trentino resta fermo a 43. Idem per Paolo Porro bloccato a 36. Il comasco era appena passato al comando dopo la prima “Gobbera” (0’’6 su Signor e 10’’8 su Pedersoli), ma ha sbattuto nella ripetizione di “Sagron Mis” e si è dovuto ritirare. Ora un’eventuale vittoria a Como, ultimo appuntamento del tricolore, gli farebbe raggiungere solo la soglia di 58,5 punti, non sufficienti per lo scudetto. Così sul terzo gradino del podio sono saliti Simone Miele e Roberto Mometti, autori di una buona prestazione complessiva, anche se distanti ben 1’43’’1 dai vincitori. Medaglia di legno, ma grande la soddisfazione di Alessandro Bruschetta per “un quarto posto insperato con quei missili lì davanti. Io mancavo qui dal 2008 e non sono abituato a correre con le wrc”. Duello forsennato anche tra le Peugeot 208 R5 di Alberto Roveta e Antonio Forato, staccate al traguardo da soli 7 decimi dopo esseri rincorse per tutta la gara. Terzo di Classe Efrem Bianco stavolta non molto ispirato con la Skoda Fabia con cui sta guidando la Coppa Aci Sport di riferimento. Paolo Oriella e Michael Valentini (il migliore dei piloti trentini) si sono battuti egregiamente al volante di Peugeot 207 Super 2000, mentre il recordman di presenze Sandro Giacomelli è stato costretto ad abbandonare per noie al cambio. A chiudere la topten Matteo Daprà su Renault Clio Super 1600. Nella conta degli scratch, ovvero i migliori tempi in prova, Pedersoli ha firmato sei volte, una Porro e una Signor (il crono spettacolo di venerdì sera). Tra i maggiori protagonisti il parmense Roberto Vescovi su Clio, che ha conquistato il successo nel Trofeo Renault e si è già aggiudicato la Coppa Aci Sport R3.

Carlo Ragogna

Adetto Stampa Rally San Martino